Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

[wp-publications bib=sample.bib all=1] gives:
[wp-publications bib=sample.bib all=1]

Due traduzioni seicentesche
 

MILANO

 

Dan L'insegna un Montone, una Porchetta

A i Biturigi, a gli Hedui: A questa gente

Deve, l'Origin sua, la patria mia:

Qual Sacra Terra, disser le Fanciulle

Milano; e ciò sona il dir Gallo prisco.

De la culta Minerva il tempio sue

La 've, hor, mutato il Nume, è quel di Tecla,

De la Vergine, e Madre in faccia a l'altro;

Cui lanoso, e biforme, un Porco, fassi

Simbolo, e segno; Animal, quinci, e quindi,

Di lana molle, e d'aspre sete cinto

Emblemi di Andrea Alciato huomo chiarissimo dal latino nel vulgare italiano ridotti contenenti il fiore et la sostanza de' piu scelti scrittori & delle piu celebri dell'universo. Ripieni di ottimi consigli e salutevoli documenti per l'uso civile et morale della vita umana, in Padova, per P.P. Tozzi, 1626, p. 4

 

CINGHIALE

 

Nel fabricar de le superbe mura

De la prima Città ch'abbian gl'Insubri

Uscì da i fondamenti un gran Cinghiale,

Mezzo di pel setoso, e mezzo ignudo,

Onde MILAN chiamossi

Da gli Hedui, o Borgognoni, o pur da i Franchi,

Da cui l'origine hebbe,

che altri di MEZZA LANA dir potrebbe
 

Avvertimento

Questa voce Mediolanum, nella lingua Francese suona Milan, quasi, Mezzalana, perche dai fondamenti delle sue mura, mentre si edificava, uscì un cinghiale mezzo coperto di peli, e mezzo ignudo; come i Biturigi per simil cagione ebbero per impresa l'Ariete; e come ne i fondamenti di Cartagine racconta Giustino, che furono ritrovate due teste, una di Bue, e l'altra di Cavallo; il primo fù simbolo a dinotar la fertilità di quel paese; ma che dovea soffrir molte fatiche; il secondo, che dovea esser potente, e feroce in guerra; e come il capo humano ritrovato in Campidoglio, che fu segno, che Roma dovea esser capo del Mondo. Ma se vorremmo seguir la prima opinione del significato di Milano, lasciando la seconda di S.Ambrogio, che Mediolano avesse il nome da Medo Re degli Insubri, diremo, che gli aspri peli del cinghiale, denotarono l'asprezza del paese, la ferocia con che altre nationi dovean mal trattarla in quell'ingresso d'Italia, e che l'esser mezzo ignudo, denotasse gli svaliggiamenti, i sacchi, le perdite, che in tanti anni, in tante guerre dovea soffrire.

Il Principe del signor Giulio Cesare Capaccio gentil'huomo del serenissimo signor Duca d'Urbino; tratto da gli emblemi dell'Alciato, con ducento, e piu avvertimenti politici, e morali..., in Venetia, appresso Barezzo Barezzi, 1620, pp. 3-4

MEDIOLANUM

Biturigis vervex, Heduis dat sucula signum;

His populis patriae debita origo mea est.

Quam Mediolanum sacram dixere puellae

Terram: nam vetus hoc Gallica lingua sonat.

Culta Minerva fuit, nunc est ubi numine Tecla

Mutato, Matris virginia ante Domum.

Laniger huic signum sus est, animal biforme:

Acribus hinc setis, lanitio inde levi

 

Un commento al testo: Andreae Alciati Emblemata cum commentarijs Claudij Minois i.c. Francisci Sanctij Brocensis, & notis Laurentij Pignorij Patavini. Novissima hac editione in continuam unius commentarij seriem congestis... Patavij, apud Petrum Paulum Tozzium, sub signo SS. nominis Iesu, 1621.

E' in fase di elaborazione il progetto per la digitalizzazione di una serie di commentari aristotelici latini in edizioni cinquecentesche,nell'ambito di una convenzione tra il Dipartimento di filosofia dell'Università degli Studi di Milano e la Fondazione Biblioteca Europea di Informazione e Cultura (Beic).

 

Responsabilità scientifica: Marialuisa Baldi e Guido Canziani

 

collaborazione: Laura Frigerio (direttrice della Biblioteca del Dipartimento di filosofia)

Le tappe del progetto sono descritte nel poster A modern age metamorphosis of the Aristotelian tradition, realizzato da Laura Frigerio per il Congresso internazionale IFLA (Milano, 23-31 agosto 2009).

 
Vai al poster

Pagina in allestimento...

Pagina in allestimento...